Birmania, la strage dei musulmani Rohingya: "E' un genocidio"

Now watching

Next video starts in : 7 Play

Birmania, la strage dei musulmani Rohingya: "E' un genocidio"

Birmania, la strage dei musulmani Rohingya: "E' un genocidio"
Replay video
Up next

August Burns Red - August Burns Red LIVE Concert

Unlock your personal NFL Now stream by signing in to NFL.com

Birmania, la strage dei musulmani Rohingya: "E' un genocidio"

by TmNews Video 1:39 mins

Birmania, la strage dei musulmani Rohingya: "E' un genocidio"

by TmNews Video 1:39 mins

Birmania, (TMNews) - Gli occhi tristi di Saulama sono gli stessi di migliaia di bambini denutriti e senza casa, vittime della violenza etnica che insanguina il Myanmar, la ex Birmania. Lo stato di Rakhine, al confine con il Bangladesh, è teatro di violenze nei confronti della minoranza dei musulmani Rohingya: oltre 100mila persone vivono nei campi profughi, costretti a scappare dalla persecuzione della maggioranza buddista, che ha causato centinaia di morti. Mohammed Syed parla di pulizia etnica: "E' tutto organizzato, lo fanno in modo sistematico, hanno studiato un piano: vogliono perpetrare un genocidio". Chi è rimasto nei villaggi vive nel terrore, chiuso in una specie di ghetto con cibo e medicine razionati: i musulmani non sono considerati cittadini, anche se sono un milione. I politici locali mostrano le foto dei buddisti feriti negli scontri. "Non hanno diritto alla cittadinanza, arrivano dal Bangladesh e vivono lì, vogliono questa terra, noi non vogliamo usare la violenza, vogliamo la pace". Parole che sembrano smentite dai campi profughi poco lontano, dove arrivano centinaia di persone che hanno perso tutto e denunciano omicidi e violenze sessuali: un sottile strato di paglia separa i bambini dagli escrementi umani e animali, il rischio di epidemie è altissimo. I medici sono costretti a lavorare senza autorizzazione. "E' appena morta una bambina di cinque anni: facciamo il possibile, sappiamo che stiamo salvando delle vite ma sono così tanti ad aver bisogno di aiuto". L'allarme lanciato dal presidente Obama durante la visita nel Paese per ora ha prodotto solo delle promesse del governo mai diventate realtà.

Videos For You

Must Watch

Community

Yahoo Studios